Translate

La festa del Volto Santo viene fatta proprio in funzione della riparazione dei peccati che si fanno a Carnevale dice Gesù.

"Vuoi partecipare all'agonia del mio Spirito nel Getsemani,
per i peccati dei miei più cari e specialmente per i rifiuti
che ricevo da tante anime Religiose?"

Gesù si presentandosi ancora grondante sangue e con grande tristezza dice alla Suora: «Vedi come soffro? Eppure da pochissimi sono compreso. Quante ingratitudini da parte di quelli che dicono di amarmi! Ho dato il mio Cuore come oggetto sensibilissimo del mio grande amore per gli uomini, e dò il mio Volto come oggetto sensibile del mio dolore per i peccati degli uomini: voglio sia onorato con una festa particolare nel martedì di Quinquagesima (martedì grasso cioè il martedì precedente il mercoledì delle Ceneri), festa preceduta da una Novena in cui tutti i fedeli riparino con me, unendosi alla partecipazione del mio dolore ».

Già ad altri santi il Signore aveva chiesto riparazione nei giorni di Carnevale, ma la richiesta di Gesu a Madre Pierina è di carattere universale. Egli desidera l’istituzione di una festa affinché la Chiesa intera possa in quel giorno onorare il suo Santo Volto oltraggiato continuamente dagli uomini. E tale festa deve essere preceduta da una novena in cui "tutti i fedeli riparino con me, unendosi alla partecipazione del mio dolore”.

Come si fa a fare penitenza tutti i giorni?
Cominciate dalla campana del mattino fino a sera, a custodire tutti i vostri sensi, a mantenere la volonta sottomessa a Gesù e vedrete quante occasioni avrete
di mortificarvi.

O POVERA ITALIA !

Dobbiamo ricominciare da capo, partendo dalla povertà.: è bene che gli italiani lo sappiamo e siano veramente pronti. Siamo ai minimi livelli storici di tutte le cose. Come dietro a tutte le guerre, le battaglie, le crisi c’è anche un gran bene, perché si ritroveranno i talenti.
     Benedetto XVI porterà la Chiesa ad una dimensione di chiarezza e di maggiore consapevolezza di chi è il Capo, chi sono le membra. Questo vuol dire che in questi tempi ci sarà furore, ci saranno battaglie a tutti i livelli. La colonna di Pietro “cadrà nel senso però non pratico, ma andrà a diminuire perché il mondo dirà alla Chiesa sempre di più: “Zitta!”…Quel sacerdote che si comporta male, fa pagare a tutta la Chiesa il suo male. Tutto verrà alla luce.
    Per diventare schiavi di un’altra nazione, basta anzitutto diventare poveri. La Madonna è l’unica capace di farci uscire da questo tempo di stallo e portarci in questa Terra promessa del Suo Trionfo con meno dolore, meno sangue, meno violenza…usiamo questa bellissima arma del Rosario delle Lacrime. La dimensione di recupero, di riparazione, è l’unica arma potentissima con cui Dio usa noi per aiutare gli altri…
     La Madonna è seriamente preoccupata del retaggio pesante che queste generazioni riceveranno.

    Veramente una grande rovina viene e quando la Madonna appare in un posto ci sono sempre dei retroscena, dei risvolti della medaglia. Quanti retroscena ci sono dietro a questa postazione della Madonna! Ella ci vuole gettare oltre a quella zona veramente tremenda di sfide che ancora non conosciamo.

Allegati




Monsignor Carlo Liberati analizza attentamente le cause che porteranno al declino la civiltà cristiana europea, se non si interverrà rapidamente per porvi rimedio

di Ismaele Rognoni
Monsignor Carlo Liberati, arcivescovo prelato emerito di Pompei, ha rivolto una dura critica alla politica buonista attuta dai nostri governi e dall'Unione Europea nei confronti degli islamici.
Egli sostiene infatti che: "Dare l'elemosina agli immigrati che incontriamo in città è sbagliato oltre ad essere diseducativo, dato che così li abituiamo ancor più ad oziare nonostante essi abbiano già da mangiare. In Italia aiutiamo senza indugio chi arriva da fuori e ci dimentichiamo dei tanti poveri italiani che rovistano nei rifiuti. Bisogna fare una politica che, prima di tutti, pensi agli italiani, ai nostri giovani e ai disoccupati".Ma il monito di Liberati è rivolto anche nei confronti del fanatismo religioso: "L'Italia e l'Europa vivono in modo pagano ed ateo. Tutta questa decadenza morale e religiosa, oltre che della fede, favorisce l'islam e tra dieci anni saremo tutti musulmani non per merito dell'islam, ma per la nostra stupidità. Loro fanno i figli e noi no, siamo in totale declino".

“Io farò trionfare il Mio Cuore Immacolato, come ho promesso a Fatima, se una moltitudine di anime Mi seguirà"

 Il mondo intorno a noi è immagine, ma queste immagini sono supportate da un’altra cosa: la velocità. Più tu segui queste immagini, più sei messo dentro un sistema velocissimo, più sei certo che tra breve sarai inghiottito dalle spirali del mondo, che con il suo materialismo è capace di traviare il più grande santo della storia.

Il Messaggio di Manduria è il messaggio della Riparazione Non crediamo che tutto quello che c’è intorno ce lo siamo conquistato o ce lo siamo ritrovato chissà per quale volontà. Ci ritroviamo bene o male per tutto il bene o il male che è stato seminato avanti a noi. Quello che tu non hai potuto o saputo fare bene, lo devono fare gli altri.

La Madonna ha detto: “Il Mio Messaggio (il 23 ottobre 2005) non è ancora terminato.

Tornerò ancora quel giorno per aprire i segreti,perché quel giorno richiamerò ancora più fortemente alla penitenza. Dio ha in mente una potente salvezza!” Non esiste al mondo una Santa più grande di Maria, che possa mettere d’accordo i figli, i fratelli di Gesù

La Madonna è venuta all’estremo punto dell’italica patria per porsi come una bandiera, come unica Stella polare del nostro cammino. È nostra Madre e viene all’insegna dell’Incarnazione come Vergine dell’Eucaristia. Questa Stella passa da Manduria e dice: “Gesù cerca anime ostie”. La Madonna si presenta chiedendo la partecipazione alla sofferenza di Gesù, cioè una corrispondenza d’amore.


Più l’uomo agisce con arroganza, più la scienza si fa atea, più la massoneria ringhia con la sua forza di potere, più Gesù cercherà tra il popolo anime che con Lui si donino. La forza di Gesù non è nella prepotenza, ma è nella proposta.

È tempo di Restaurazione. La Madonna inizia a chiamarci con le lacrime di Sangue e di Olio. Con l’Olio per l’Unzione e il Sangue di Suo Figlio viene per ricucire il passato al presente per avere un futuro.

La Chiesa non ha futuro se la famiglia non cambia modo di vita. La Madonna è preoccupata che nel trasferimento di questo tempo (questo “passaggio” millenario) i ragazzi perdano la forza della tradizione.
l Segreto di Fatima, il papato e la tiara


È stato proposto alla nostra attenzione un articolo molto interessante – vedi qui – che seppur ne condividiamo le accorate denunce, non possiamo però condividere le conclusioni spesso azzardate come effetti e conseguenze, quasi una Sede Vacante del papato da Pio XII, e proprio in riferimento al terzo Segreto di Fatima.
In sostanza condividiamo l’apprensione a riguardo di un papato, oseremo dire, liquefatto ma non possiamo concludere che ci troviamo davanti ad una Sede Vacante e questo per una semplice ragione: la promessa di Gesù Cristo in quel non praevalebunt “le porte degli Inferi non prevarranno” (Mt 16,17-19).

Gravi tempi per l'Italia!

Suor Elena: Peggio che ai tempi del Diluvio universale.
L’8 dicembre del 1956 la Beata ricevette un messaggio, molto attuale in linea di completamento con quelli di Fatima: “Gli uomini offendono troppo Dio. Il mondo è tutto sconvolto perché è diventato peggiore che ai tempi del diluvio universale… tutte le Nazioni saranno punite perché molti sono i peccati che, come una marea di fango avvolgono ogni cosa.… Il tempo non è lontano e tutto il mondo sarà sconvolto. Molto sangue sarà versato e la Chiesa soffrirà molto. L’Italia sarà umiliata, purificata nel sangue e dovrà soffrire molto perché molti sono i peccati di questa nazione. Non puoi immaginare quello che accadrà! Le vie saranno arrossate di sangue. Il Papa soffrirà molto. Ma non tarderà la punizione degli empi. Quel giorno sarà spaventoso” (op. cit p. 26-28).

Tremendi castighi sull’Italia
Questi annunzi, che vanno dal 1943 al 1961, sul futuro ‘ dell’Italia, sono riassunti dallo Spadafora da pagina 69 a pagina 81 (op. cit).
Suor Elena Aiello preannuncia insistentemente.
1°) la depravazione dei costumi nel mondo e in particolare in Italia;
2°) la corruzione dilagante tra i giovani;
3°) la confusione e lo sbandamento tra lo stesso clero della Chiesa (p. 69).
Ella prevede anche:
4°) che un popolo avanzerà dall’oriente verso l’Europa, invadendo l’Italia sino a Roma e che “sacerdoti, religiose ed altre persone innocenti saranno trucidate, le chiese distrutte” (p. 69);
5°) che la guerra atomica inizierà al primo mattino e durerà per circa tre giorni o settanta ore, e circa i due terzi dell’umanità rimarrà uccisa (p. 70);
6°) che il peccato imbratterà persino l’anima dei fanciulli;
7°) che il castigo sarà rovesciato sul mondo dalle mani degli angeli e coloro che non vogliono pentirsi dei loro peccati saranno tutti sommersi in un mare di fuoco (p. 71);
8°) che la Chiesa è perseguitata non solo dall’esterno, ma dall’interno: “falsi Profeti circondano il Cristo in terra. Il demonio ha scatenato la più terribile battaglia contro Dio e la Chiesa” (p. 72);
9°) che il “peccato d’impurità, reso arte seducente e diabolica, è arrivato al colmo: la maggior parte degli uomini vive nel fango. Non c’è speranza di un’era di pace: il mondo sarà tutto in guerra” (p. 73);

Adesso diffusione della sua statua!!!“Mi chiamo Vergine dell’Eucaristia”



“Vi amo e voglio aiutarvi”
 La Madonna è stata tanto nelle case degli uomini, si è fatta vedere, si è seduta con noi, ha pregato con noi e molti sono guariti ma altri l’hanno odiata e perseguitata nel suo messaggio eucaristico a Manduria. Povera Italia che vaghi come una ceca: dove sono adesso quelli che  ti facevano sognare e disegnare sulla sabbia e pur di allontanarti dalla salvezza ti hanno promesso di tutto, perfino di darti un posto in alto anche nella Chiesa?… Adesso dobbiamo ricordare perché sono passati pochissimi anni da quando abbiamo ascoltato queste parole:” Io desidero salvare l’Italia e il mondo!Non era cento anni fa ma il 16 febbraio del 2000 e la Madonna così diceva: “... Figlia Mia, orsù riprenditi da questo stato di sfiducia e di arresa. È proprio adesso il tempo che molti profeti e santi hanno sognato (nel senso di prevedere e pregustare). Ti domando di perseverare con il tuo sacrificio e la tua preghiera perché il Progetto del Padre si sta realizzando attraverso la Mia Apparizione.
Pochi, molto pochi hanno capito e accolto la mia venuta in questo lembo di terra benedetto e così diversi cuori si sono persi nello scoraggiamento! Tu, figlia Mia, non devi sfiorire perché mi vedi e ricevi le mie materne parole. La Vergine dell’Eucaristia non vi abbandonerà, figli Miei . Offrite le vostre umiliazioni al mio Divin Figlio per liberarvi dalla enorme confusione che regna sovrana. La tua nazione si macchierà di un grave peccato se si vorrà sovvertire l’ordine naturale della famiglia. Ti avevo già parlato che vi avrei preservato da un particolare castigo, ma oggi l’uomo non vuole più collaborare con Dio e la Sua Ira trabocca. La Mia Apparizione a Manduria, definita “la più discutibile”,… onorerà il Cuore del Padre per mezzo della riparazione che, dalla piccola cappella, si eleverà al cielo! Io desidero salvare l’Italia e il mondo! Resta nella pace di Dio, figliolina! Io desidero salvare l’Italia e il mondo!”.

Abbiamo voluto evidenziare e sottolineare, parole che ci hanno colpito particolarmente e che descrivono i tempi attuali. E’ vero che spesso ci si sente come se vivessimo “fuori da ogni logica umana e morale” e un certo scoraggiamento sembra aleggiare nei nostri cuori, ma Ella ci incoraggia, ci esorta, ci assicura la sua materna presenza. Il vento soffia forte e sembra che si perda l’orientamento ma Ella viene in nostro soccorso rincuorandoci con i suoi messaggi. In questi anni, la Vergine Santissima ci ha insegnato il “valore dell’offerta” delle nostre umiliazioni, dei nostri sacrifici, delle nostre penitenze ed ha infuso nel cuore la certezza che esse sono gradite a Dio perché contribuiscono a riparare il cuore ferito del Padre e per la salvezza dell’umanità.
In questi giorni la nostra Italia e la Chiesa intera vive un momento particolare. Le ultime notizie circa la diffusione nelle scuole italiane di libri per bambini che raccontano storie di omosessuali, gender etc., produce un certo sgomento. Si sta attentando in tutti i modi alla famiglia nella sua naturale concezione. Si vuole, come dice la Madonna “sovvertire l’ordine naturale ”.

La Chiesa si prepara invece ad affrontare una delle stagioni più tenebrose: la perdita della rotta.
Manduria è la tappa fondamentale per chiudere le Mie Apparizioni, per lasciare lo spazio ai grandi avvenimenti che si susseguiranno nel cielo e in terra, perché si attuino “Cieli nuovi e Terra nuova” – Mess. 24/05/1998 ed ancora afferma: “attraverso Manduria  l’umanità ha ricevuto l’ultimo appello che per secoli è stato motivo del dolore più acuto al Cuore del Tre Volte Santo: non spodestare Colui che Regna nel Tabernacolo.” (Mess. 29/08/2005).
Dobbiamo sapere che:
L’Apparizione di Manduria è la continuazione del Messaggio di Riparazione Eucaristica iniziato a Fatima, ovvero tutta quella parte di Riparazione non capita, non accolta, che la Madonna ha cominciato a distribuire in tanti luoghi diversi rivelandosi di volta in volta con un titolo differente perché ciò fa parte della grande “evangelizzazione mariana”. In questo luogo la Madonna inizia a versare, da una statua che la rappresenta, prima lacrime umane, poi lacrime di sangue ed infine lacrime di Olio: olio profumatissimo, che biologicamente analizzato, risulta più puro dell’olio extravergine di oliva.
Questo messaggio  anticipa la preparazione al grande trionfo del Suo Cuore Immacolato così come promesso a Fatima. Non a caso la Vergine Santa ha scelto come luogo Manduria che si trova tra tre provincie (Taranto, Brindisi e Lecce) che costituiscono proprio la parte del tallone dello stivale dell’Italia. Ella dice infatti: “Io vengo attraverso Manduria nel Cuore del Mediterraneo perché tutto si svolgerà qui” . La Puglia si trova molto vicina ai Paesi del Medio Oriente, terre calde pronte a farci guerra! La Madonna si pone dunque nel Cuore del Mediterraneo per dare l’ultimo appello al mondo intero dopo il quale non è escluso che possa apparire ancora ma ripetendo ciò che ha detto nel corso dei secoli.
“Mi chiamo Vergine dell’Eucaristia”
 Ella è la “Consacrata”, la “Tutta pura”, la prima immagine di Cristo, l’immagine di tutto il mondo dopo il trionfo, l’immagine dell’umanità trasfigurata nel Signore e appare con un’Ostia raggiante nel petto, viva, come se fosse un cuore ardente che emana raggi ovunque. Ella pone sotto l’Eucaristia la Sua delicata mano a forma di patena ed in segno di riparazione. La Madonna non tocca Gesù Eucaristia ma ce lo mostra quasi a chiederci che ne è stato del culto eucaristico nel mondo? Il suo Cuore Immacolato coronato di spine è unito a quello del Figlio per il trionfo della Chiesa di Cristo! Il centro del messaggio dunque riguarda la persona di Gesù Eucaristia, di tutto il culto eucaristico e di come il Cielo non abbia accolto il nostro modo di ricevere nelle mani Gesù nelle specie eucaristiche. “Gesù è addolorato per il rifiuto dell’uomo alla Sua misericordiosa presenza eucaristica – Mess 16/07/2008” “Quante profanazioni sono costretto a subire poiché i Miei hanno permesso che Mi rubassero attraverso la comunione sulle mani! – Gesù, 27/11/1995”.
Infatti molti messaggi sono un monito ed un invito ad avere rispetto e riverenza alla persona di Gesù Eucaristia che si è fatto uno di noi, ma non è come noi! Dio è Dio e resta tale per sempre, siamo noi che pretendiamo di farci uguali a Lui. Lo saremmo se fossimo santi, ma abbiamo mille motivi per fare come l’angelo a Fatima: prostrarci a terra davanti al Signore in segno di riparazione per i tanti gravissimi peccati che stanno portando il mondo alla distruzione!
 Bisogna  diffondere la sua Immagine
La Madonna porta impresso sulla Sua veste lo stemma di Giovanni Paolo II ad indicare che con il suo Pontificato inizia il tempo prescritto del cambiamento, della svolta. Dopo la sua morte Ella ha continuato a portare questo emblema ma ci ha rassicurati dicendo che il Pontificato di Benedetto XVI è la continuazione del suo predecessore. Mentre Giovanni Paolo II è stato il Papa della Consacrazione, Benedetto XVI è il Papa della Restaurazione della Chiesa di Cristo, Papa Francesco speriamo non sia della distruzione.
Adesso diffusione della sua statua!!!
La Vergine dell’Eucaristia raccomanda di diffondere la Sua immagine in tutto il mondo per aiutarla nel Suo trionfo “Io prometto che le Mie immagini arriveranno sino ai confini più lontani e tanti saranno ricondotti a casa – Mess 23/02/1998“. Possiamo infatti constatare come la Vergine Santa abbia compiuto la Sua promessa: Ella è raffigurata in molte chiese ortodosse!
Ma nostra Madre brama anche entrare nelle famiglie con il Suo Olio benedetto. L’apparizione di Manduria dunque rappresenta la “grande unzione per confermarci e fortificarci nella fede, unzione per guarire, unzione per superare le difficoltà”. L’Olio è lo strumento per consacrarci al Suo Cuore Immacolato. “Oh, L’Olio puro della Confermazione, l’Olio Santo della Consacrazione, l’Olio riparatore per gli assalti infernali, l’Olio fonte di lacrime che mendicano il lontano dalla Grazia - Mess. 16/07/1998”.
Sul significato e la potenza dell’unzione, satana durante un esorcismo, costretto a dire la verità, dice: “Questo Olio mi distrugge tutti i piani. Dove passa questo Olio io sono costretto a retrocedere, io brucio quando esso si avvicina a me perché rappresenta le lacrime dell’Altissima a cui io devo restare sotto i piedi sottomesso …”

Riflessioni tratte dalla Luce di Maria su Manduria




Il demonio può farci pregare?


Le apparizione vere si capiscono da tante cose e sono vere se durano nel tempo nonostante il rigetto dell’ordinario del luogo
Il demonio può falsificare ma non può mai dire la verità quindi attenzione agli esorcisti  che intendono capire la realtà di certi fenomeni  chiedendo ausilio al demonio menzognero da sempre.
Nonostante la mia poca esperienza sulle arti del maligno, sapevo che satana può far scrivere messaggi in cui invita gli uomini alla preghiera e al digiuno. E’ il classico specchietto delle allodole. Infatti, insieme a questi messaggi benevoli, come il serpente che striscia silenziosamente, ci inserisce messaggi malefici.
Ho comunque fatto chiedere, grazie ad una suora mia amica che doveva incontrarlo, al decano degli esorcisti cosa ne pensasse. Leggete la risposta di padre Gabriele Amorth.
Circa la domanda che mi hai fatto, ecco la sua risposta: “Il demonio può dire che bisogna pregare tanto e fare digiuni, e poi dire cose false come quelle contro papa Francesco. Dice di pregare ma aggiunge che papa Francesco è un falso profeta.Ho avuto vari casi in cui il demonio ha agito così. Era sempre il demonio che diceva di digiunare e pregare, e poi aggiungeva delle cose contro la Chiesa”.Siate meno ingenui, per non pentirvi poi amaramente di aver gettato ombre su questo Papa. Le calunnie sono terribili.
Così su quelle apparizioni come Manduria che niente hanno a che fare col demonio ma le tante dicerie torturano soltanto quelle povere creature che per grande generosità hanno ben compreso che la Madre le sta chiamando da li ( Manduria) con il vero senso di figli  della chiesa… Peccato non lo si capisca che a dir male della Vergine dell’Eucaristia si è presa una bella cantonata.