Translate

La crisi letta tra i messaggi


 

23 Settembre 1994 – Celeste Verdura “Dilettissimi figli, la vostra Mamma vi benedice.
Cari figli, oggi sono molto contenta delle vostre anime rivolte al Signore; però, cari figli, è necessario che capiate l’urgenza della vostra decisione a Dio. Figli Miei, figli Miei, guardate ai tempi che giungono! Come una “Pellegrina di pace” vado errando di terra in terra, affinché tutti voi, figli, vi salviate. Cari figli, c’è urgenza che voi capiate quanto lavoro Dio sta compiendo per salvarvi e quanto breve sia il tempo di Satana che con l’orgoglio vi allontana dal Mio Cuore.
Cari figli, Io sono la Madre dell’Amore e della Pace ed in Nome del Mio Diletto Figliolo vi chiedo di essere gli “apostoli” di questo Regno tutto da costruire, il Regno del Mio Figlio Gesù. Cari figli, Io vostra Madre chiedo che si venga più spesso nel Mio luogo, poiché qui troverete la forza ed il sostegno per condurre la battaglia.Figli Miei, i tempi del disordine

Auguri alla cara Debora nel giorno del suo compleanno

Cara Debora, la Madre di Dio ti dia forza e coraggio per la fedeltà che ti occorre al fine di non dimenticare le sue promesse fatte per tutti noi : " al 12.12. 2012 niente sarà più come prima". Coraggio cara ragazza, tu non sei mai stata sola e certamente darai coraggio tu a tutti noi anche dopo questi infelici giorni di prova che non hai esitato a descriverceli in tempi non sospetti. Il mondo cristiano -mariano è e sarà con te. Auguri di cuore dal team di Le voci fori dal coro e dagli staff dei siti consacrati alla Vergine dell'Eucaristia presenti in rete a testimonianza delle nazioni aperte al cuore della verità tutta intera.Gesù dice: «La tua vita per Me sarà preziosa, ma il mondo considererà il Mio Messaggio in te pura follia! Piccola, non avere paura: Io non giudicherò come gli altri il tuo carattere, le tue inclinazioni, poiché la tua generosità estinguerà dal Mio Cuore le mancanze. Hai il carattere costruito nell’avventura di un’esistenza non sempre felice. Io solo sono lo Spirito Cara Debora, la Madre di Dio ti dia forza e coraggio per la fedeltà che ti occorre al fine di non dimenticare le sue promesse fatte per tutti noi : " al 12.12. 2012 niente sarà più come prima". Coraggio cara ragazza, tu non sei mai stata sola e certamente darai coraggio tu a tutti noi anche dopo questi infelici giorni di prova che non hai esitato a descriverceli in tempi non sospetti. Il mondo cristiano -mariano è e sarà con te.
Auguri di cuore dal team di Le voci fori dal coro e dagli staff dei siti he modella: a Me il Giudizio, a Me soltanto si dia la libertà di operare a che l’anima sia irreprensibile per la perfezione della Mia Autorità».(7.3.1998)

I motivi di quel dire"IO SONO L'IMMACOLATA CONCEZIONE"


Chi ti ha conosciuto Vergine dell'Eucaristia non può dimenticare !
Ricordando...l'8 Dicembre 2004     "Sia lodato Gesù Cristo!Cari figli, proseguite nella vostra preghiera perché Io sono accanto a voi! Oggi, intercedo in maniera particolare perché abbiate la forza di vincere le seduzioni degli spiriti al servizio del male. Grandi e nuovi pericoli si affacciano sul genere umano ed è per questo che desidero indirizzarmi al mondo attraverso i Miei Messaggi. Sono qui per proteggere i Miei sacerdoti e tutti i Miei figli che si sono volti verso l’amore del Padre! Chiedete incessantemente a Dio di ricevere il dono di un pensiero innocente e di un cuore generoso perché la malizia non può convivere con la grazia. Permettete allo Spirito Santo di compiere in voi la Sua azione!
Figlioli, non chiudetevi nelle sofferenze ripiegando in mille cose che non vi appartengono e che non vi daranno alcun sollievo. Preparate i vostri cuori al Natale e riservate al Mio Divin Figlio un posto nella vostra esistenza quaggiù al fine di vivere secondo i Suoi disegni . In ciò sentirete la vera gioia e troverete l’autentica pace. Schiudo il Mio mantello, vi porgo il Mio sorriso, apro le Mie mani, vi chiamo con la voce del cielo: scegliete per voi la santità!
Ricevete la benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. A presto. Arrivederci! (a Debora)
...Così Bernadetta raccontava l'Apparizione
"Per tre volte le chiesi come si chiamasse. Ella sorrideva sempre ma non rispondeva. Arrischiai una quarta domanda. Ella congiunse le mani, alzandole fino all'altezza del petto. Rivolse gli occhi al cielo, poi, separando lentamente le mani e inchinandosi verso di me, disse che era l'Immacolata Concezione.Queste furono le ultime parole che mi disse. Allora io tornai per la terza volta dal signor parroco a raccontargli che la Signora era l'Immacolata Concezione".
Quando narrò queste cose al parroco, si sentì chiedere: - Sei sicura che ti abbia detto così?
- Sì, signor parroco. E non posso sbagliare, perché ho ripetuto quelle parole lungo la strada, per timore di dimenticarle.

Manduria "non autentica" :anche per Medjugorje lo si afferma ma là molti son a far difesa...

Quando le apparizioni della Vergine ebbero inizio il 24 coiè il 25 giugno 1981 nella parrocchia di Medjugorje, nella diocesi di Mostar-Duvno-Trebinje-Mrkanj, a cui la parrocchia di Medjugorje appartiene, il vescovo era Pavao Zanic (1971-1993). Egli è stato seguito da Ratko Peric. - Il 25 luglio 1987, S. E. Mons. Pavao Zanic, Vescovo della Diocesi di Mostar, si è recato a Medjugorje per amministrare le Cresime. Al termine dell'omelia, il Prelato ha pronunciato queste illuminanti parole: «Cari fratelli, oggi, qui, in questo giorno di Cresime a Medjugorje, può darsi che Vi attendiate che io dica qualche parola in merito agli avvenimenti di cui parla tutto il mondo. La Chiesa deve prenderli in considerazione, ed è perciò che, nella misura che le compete, essa ne ha affidato l'esame ad alcune persone e a determinate Commissioni. Gioverà il fatto che voi sappiate che, attualmente, una Commissione nominata dalla Conferenza Episcopale Iugoslava ...
... si sta occupando di tale questione.
In effetti, la Chiesa non può rischiare di incrinare la propria credibilità davanti al mondo del XX secolo, sempre pronto a criticarla e a ridicolizzarla a proposito di questo o di quello ... per poi prendersela con Gesù Cristo».
Ho cercato la verità nella preghiera e attraverso un'indagine approfondita?

Un aiuto per riflettere sulle apparizioni di Manduria

"Perché la Madonna appare?"p. Divo Barsotti, teologo ottantasettenne, fondatore della Comunità monastica dei Figli di Dio, spiega da un punto di vista teologico il motivo delle apparizioni mariane e il perché Ella appaia così tanto.


Halloween è rievocazione dell'esoterico


Attenzione alla festa di Halloween perchè è un'occasione satanica ed una sabba massonica in cui si cercano anime da offrire al demonio. Anche se la si vuol far passare per una innocente carnevalata per bambini nella realtà essa  non solo è la ridicolizzazione dell'immagine dei santi ma  è unirrisione della morte avvolta da mistero esoterico. I cristianio e le parrocchie siano avvertiti perchè a nessuno venga in menta la  promozione di tale evento. A Manduria la Vergine Santissima ha già parlato ampiamente su questo chiedendo di fare in questa notte delle adorazioni al Santissimo Sacramento in atto di riparazione. Ci associamo ai veri devoti che ovunque si trovino possano soddisfare le attese della Madonna che appare sulla terra per le ultime volte al fine di salvarci da fale retoriche e falsi cammini che persistono anche all'interno delle fila della nostra amata chiesa.

1992-2012 Così si è presentata la Signora venti anni fa!

L’mmagine di Maria Ss
Debora racconta  nei suoi scritti: «È una meravigliosa ragazza sui 18 anni, alta circa un metro e sessanta o poco più, un fisico slanciato, capelli castani e ondulati, occhi blu-viola, sopracciglia delicate e ciglia a mazzetti. Ha il volto regolare e ovale, rosato su zigomi e guance, naso sottile, lungo e proporzionato; le labbra sembrano due petali di rose rosse vellutate. Il colore della carnagione è leggermente olivastro. Esce tutte le volte da una luce fluorescente. Si annuncia, venendo da occidente preceduta da tre globi di luce, che si fondono in un’unica grande armonia di chiarori soprannaturali.
È la creatura più bella che abbia mai visto: nessuna donna sulla terra potrebbe essere messa a paragone. di chi La sente.
La bellezza della Signora però non è legLa perfezione dei lineamenti che traspariscono dal Suo essere, La rendono semplicemente straordinaria. La Sua voce è come un canto melodioso, pacato; rasserena il cuore ata ai tratti estetici, bensì ad un’armonia spirituale. Il Suo portamento La fa sembrare madre e donna nel contempo. Ha una veste bianca con riflessi d’oro; non porta la cinta. Sul capo ha un velo chiaro sempre mosso da un misterioso vento che lo smuove alla sinistra. Posa i piedi nudi sopra una nuvola dalle varie tinte pastello; su di essi sono adagiate due rose rosse. Tra i colori della nuvola vedo in trasparenza lo stemma del Vaticano... Dopo le prime volte l’ho sempre vista con l’Eucaristia al centro del Seno benedetto, che come un cuore pulsa emettendo raggi al posto del sangue. La mano destra si mantiene elevata all’altezza delle spalle in atto di benedizione e, tra il pollice e l’indice, sta la corona del Santo Rosario, fatta di perle o pietre bianche luccicanti. In basso, sulla veste, circa all'altezza delle ginocchia, vedo uno stemma ricamato: è quello di Giovanni Paolo II. Spesso la Signora guarda avanti, oltre me, verso gli altri, e talvolta si rattrista».
L’icona e il suo significato
La Vergine dell’Eucaristia, per opera dello Spirito, suscita intima commozione in chi Le apre il cuore.
Gentili amici della Vergine dell'Eucarestia,
in occasione del 20° anniversario volevo manifestarvi la mia vicinanza e se possibile far giungere a Debora i più cari saluti e l'assicurazione delle mie povere preghiere. In particolare in questo mese di ottobre mi sono unito a voi nella recita della corona delle lacrime per il trionfo della Vergine dell'Eucarestia e del suo messaggio di riparazione, e una posta l'ho dedicata ogni giorno a Debora e un'altra all'autorità eccelsiastica di Oria.

Vi saluto e vi auguro la luce e la forza dello Spirito Santo
Riccardo Colonna (di Torino)

Il cammino spirituale di Debora




Il cammino spirituale vive periodi ardui che la segneranno per sempre.
La prima fase, la più buia, è certamente quando le viene detto d’essere indegna nel ricevere la SS. Eucaristia, perché rea di eresia e di travisamento della retta Dottrina. Attraverso tutte le diocesi filtra la lettera del suo Vescovo, che lapidariamente diffida i fedeli dal frequentare anche solo la ragazza, pena la scomunica. Sono giorni terribili: non passa occasione che dai pulpiti o dalle aule di conferenze si dica di tutto, ora prendendo spunto dal Vangelo mediante estrapolazioni adattate e del tutto personali, ora costituendo veri e propri seminari atti a generare diffidenze e ostilità sino a provocare un autentico caso che diviene mediatico. Debora da sempre ha creduto nella cattiva mediazione di quanti si sono ritrovati a fare cortina di ferro in mezzo a un mancato dialogo.

A Manduria una storia d'Amore Divino


La singolare vicenda ha inizio il 20 maggio 1992, mentre si avvia l’ultimo decennio del secolo più martoriato, definito da storici e politologi «tempo del macello umano senza pari». Di questo le ultime generazioni neppure serbano il ricordo, sebbene a scuola ne abbiano sentito parlare. Il loro modo di concepire la realtà è ben lungi dalla consapevolezza di queste dolorose esperienze. A quel mondo appartiene Debora, che all’età di diciotto anni si ritrova atea e presa dai suoi progetti per il futuro. La sua è una vita come tante altre, dove i contrasti in famiglia segnano la sua sensibilità e le formano un carattere tenace e ribelle. Il suo cammino procede con alti e bassi tra studio e divertimenti; la quotidianità è come quella di molti suoi coetanei, che non mancano di croci in famiglia. Chi la conosce sa delle sue convinzioni sulla inesistenza di Dio e sul fallimento di certi valori difesi dalla Chiesa, che non esita a criticare aspramente. La condizione avversa del patrigno nei confronti della fede cattolica pesa sulla sua formazione sviluppatasi in un ambiente che sa cogliere solo il senso del pratico.

Manduria continuazione di Fatima

Ricordimao che  quandanche la Chiesa "frettolosamente"giudica di carattere non soprannaturale o non ritiene autentico ciò non impedisce la libera coscenza di attendere che il tempo riveli la rrealtà di quei messaggi risultati essere forse troppo in anticipo e che non contengono dubbio sulla fede.
Maria Ss. dice:
«Come sole risplendente sono venuta,  bastone dei Miei consacrati, per dirigere attraverso la fiamma del Mio Cuore questa umanità sofferente! Sono scesa dal Cielo come Stella per risplendere nel vostro cammino» (22.5.1995).
«Questi sono i Miei tempi e da un capo all’altro della terra sto chiamando i figli più piccoli» (10.12.1994).
«Sono la Vergine dell’Eucaristia... venendo a te con la SS. Eucaristia risplendente sul Mio seno, ho voluto mandarti il Messaggio della Riparazione. Ho desiderato mostrarMi con il semplice e povero abito che solitamente indossavo, quando vivevo a Nazaret, perché da lì porto il Messaggio della povertà, perla preziosa al Signore...Sono venuta per parlare ai piccoli...

L'apparizione è un segno della tenerezza di Dio

Maria segno della tenerezza di Dio.
La storia è un succedersi di avvenimenti e qualche volte essi sono tanto sorprendenti e misteriosi che non vengono colti nell'immediato. Se questi risultano essere un intervento speciale del cielo spesso finiscono per essere rigettati o trattati sul piano della logica filosofica o incorporati e giudicati nel codice teologico. Non dobbiamo dimenticare però che
 filosofia e teologia rimangono sul piano dello studio e del metodo logico-discorsivo e, costituiscono solo un aiuto per intavedere la presenza di Dio. La Vergine, invece, pur essendo un mezzo,( come lo è un'apparizione) è il segno per eccellenza dell'amore di Dio, è la creaturale immagine visibile di questo Amore (diciamo "creaturale" per distinguerla dal Verbo incarnato che è segno ontologicamente divino dell'Amore di Dio). Contemplando le meraviglie della Vergine non occorre studiare: c'è tutto.

La Mia Apparizione a Manduria è importante!

A distanza di venti anni senza clamore ma con serena  rilettura e riflessione: ottobre 1992- ottobre 2012"Col pianto degli umili il mondo sarà ricondotto verso lo Spirito del Signore. Con l’immolazione dei santi credenti l’Altare dell’Agnello sarà purificato dalle lordure e dalle profanazioni…
Per questo sono venuta tante volte per parlarvi di offerta all’Amore, perché Dio è stato ingiustamente offeso e ne è derivata la Somma Giustizia… Io sono il Sole di Dio, la Madre di Gesù Immolato, la Vergine dell’Eucaristia...
Manduria è la tappa fondamentale per chiudere le Mie Apparizioni, per lasciare lo spazio ai grandi avvenimenti che si susseguiranno nel cielo e in terra, perché si attuino “Cieli nuovi e Terra nuova”» (24.5.1998).
«Questa Mia Opera l’ho coperta con il Mio mantello regale, perché tante pecorelle potessero sentire la reale presenza di Mio Figlio nell’Eucaristia» (23.10.1998).
«Quando alcuni ti domanderanno il perché della Mia scelta, tu risponderai loro che discendo dal cielo sin qui perché li amo immensamente. Manduria è l’astro del Mio Messaggio di Riparazione Eucaristica e, attraverso il Mio Olio desidero farvi avvertire la necessità di ricominciare con Gesù Eucaristico Amore, uno nuova Vita.

Le lacrime di Sangue della statua di Maria a Manduria ricorda quello che non si può dimenticare


IL SEGRETO DE LA SALETTE
Il 19 settembre 1846, a Melania Calvat e a Massimo Giraud apparve la Madre di Dio
L'attualità del messaggio loro trasmesso lascia ancora stupiti. 


Da qualche tempo si sente parlare di statuette della Madonna lacrimanti sangue: l'opinione pubblica, cattolica e non, ne è rimasta turbata o stupefatta.  Indipendentemente da quelle che possono essere le convinzioni personali su queste manifestazioni, esse inducono a riflettere sul significato che sempre nella storia della cristianità siffatte realtà hanno rivestito. 
Lasciando alle legittime autorità ecclesiastiche il giudizio definitivo sui recenti avvenimenti, osserviamo che, già nel secolo scorso, la Santa Vergine, in apparizioni riconosciute autentiche dalla Chiesa, ha affidato a veggenti messaggi e profezie poi puntualmente verificatesi. 
Qui intendiamo parlare della apparizione della Madonna sulla montagna del La Salette, (paesino del Delfinato, poco distante da Corps, sulla strada tra Grenoble e Gap), perché il messaggio della Santa Vergine è insieme molto attuale e poco noto: la sua diffusione, infatti, fu ostacolata a causa del contenuto, in particolare di quella parte che oggi ci riguarda piú da vicino. 
Il 19 settembre 1846 Melania Calvat, assieme a Massimo Giraud, raccontarono di aver ricevuto un messaggio e un segreto durante una apparizione della Madonna. 
Dal 1860 Melania, poi entrata in religione con il nome di Maria della Croce - Vittima di Gesú...

Ecco perchè non è falso il Messaggio di Manduria

Se avremo pazienza di aspettare vedremo i messaggi chiarire quello che oggi ci fa essere polemici col messaggio di Manduria. Il tempo è maestro!

UFFICIO DELLE CELEBRAZIONI LITURGICHE
DEL SOMMO PONTEFICE  

LA COMUNIONE RICEVUTA SULLA LINGUA E IN GINOCCHIO
La più antica prassi di distribuzione della Comunione è stata, con tutta probabilità, quella di dare la Comunione ai fedeli sul palmo della mano. La storia della liturgia evidenzia, tuttavia, anche il processo, iniziato abbastanza presto, di trasformazione di tale prassi. Sin dall’epoca dei Padri, nasce e si consolida una tendenza a restringere sempre più la distribuzione della Comunione sulla mano e a favorire quella sulla lingua. Il motivo di questa preferenza è duplice: da una parte, evitare al massimo la dispersione dei frammenti eucaristici; dall’altra, favorire la crescita della devozione dei fedeli verso la presenza reale di Cristo nel sacramento.
All’uso di ricevere la Comunione solo sulla lingua fa riferimento anche san Tommaso d’Aquino, il quale afferma che la distribuzione del Corpo del Signore appartiene al solo sacerdote ordinato. Ciò per diversi motivi, tra i quali l’Angelico cita anche il rispetto verso il sacramento, che «non viene toccato da nessuna cosa che non sia consacrata: e quindi sono consacrati il corporale, il calice e così pure le mani del sacerdote, per poter toccare questo sacramento. A nessun altro quindi è permesso toccarlo fuori di caso di necessità: se per esempio stesse per cadere per terra, o in altre contingenze simili» (Summa Theologiae, III, 82, 3).

Perchè vi chiedo di riparare


Dice Gesù: “Lo sai perché chiedo ancora più intense riparazioni e universali preghiere al Santissimo Sacramento?
Per giustizia. Dio è giusto anche nelle cose più insignificanti. Pensa se non vuole essere giusto in riflesso del suo culto. Il Sacramento condensa Corpo e Sangue, Anima e Divinità del tuo Gesù. Perciò pregando con spirito di riparazione Me Eucaristia, si prega non solo il Mio Corpo, ma il Mio Sangue oltre che l’Anima e la Divinità.
Perciò le riparazioni al Mio Sangue vengono assorbite da quelle date all’Eucaristia in cui Io sono tutto.
Chiedo che il Mio Sangue sia amato e usato per gli infiniti bisogni delle anime. Non lasciate infruttuoso questo oceano di potenza lecui onde sono date dal Mio Sangue.

Maria a Manduria:"Io sono la Vergine della Riparazione"


Ha ancora senso parlare di riparazione?
È il servizio supremo nei confronti dell’umanità, come ha fatto Cristo. Maria, che ha seguito perfettamente le orme del Figlio, ci guida e incoraggia in questo cammino.
 

Già i Padri avevano esplicato il ruolo di Maria nella storia della salvezza come cooperatrice della missione redentiva di Cristo. Essi sottolineano il contrasto tra Eva e Maria, tra la situazione di perdizione e quella di salvezza instaurata con il  della Vergine. Il linguaggio della riparazione applicato a Maria avviene con Ambrogio (+397) e Agostino (+430), il quale afferma: «Poiché l’uomo è caduto per mezzo del sesso femminile, per mezzo del sesso femminile è stato riparato» (Sermo 232, 22).
La Vergine di Nazaret come "riparatrice"
Il primo documento che attribuisce il titolo di "Riparatrice" a Maria è l’Orationale Visigothicum, compilato in Spagna nel VII secolo, in cui si prega: «Vergine Genitrice di

IV° Il perchè non sono false le apparizioni di Manduria alla luce della Rivelazione di MARIA VALTORTA


I quaderni del ‘43 pag. 184
Maria è la Vittima e la sua è una vita eucaristica

«La vita di Maria, Mia Madre, fu tutta eucaristica. La vita di Maria, la piccola vittima, deve essere tutta eucaristica.
Se Eucaristia vuol significare comunione, Maria visse eucaristicamente per quasi tutta la vita. Poiché Io in Mia Madre ero prima d’essere, come uomo, al mondo. Né, quando come uomo al mondo non fui più, cessai d’essere in Lei. Non ci siamo più separati dal momento in cui l’ubbidienza fu santificata sino all’altezza di Dio, ed Io divenni Carne nel Suo seno così puro che gli Angeli lo sono meno al paragone, così santo che tale non è nessun ciborio che M’accolga.
Solo nel Seno di Dio vi è perfezione di Santità maggiore a quella di Maria. Ella è, dopo Dio Uno e Trino, la Santa dei Santi. Se fosse concesso a voi mortali di vedere la bellezza di Maria quale essa è, ne restereste rapiti e santificati. Non c’è paragone nell’Universo che valga a dirvi cosa è Mia Madre.

"Sono tua Madre la Vergine dell’Eucarestia”


“Io  sono la Vergine dell’Eucarestia”
Maria già con il Magnificat canta a Dio per noi ogni rendimento di gloria, di lode, di gioia, ogni ringraziamento per cui l’uomo decaduto ne godrà per sempre a causa di Gesù Cristo che da Lei prese carne e sangue. Ma di questa Vergine che per il suo Corpo glorificato in cielo continua ad essere in ascolto delle nostre esigenze (Gv 19,25), che ci accompagna con la sua anima riparatrice, offerente ed eucaristica, sappiamo ancora molto poco! “OFFRITE A GESU’ LA VOSTRA ANIMA COME CALICE DEL CONFORTO. FATE RIVIVERE GESU’ NEL VOSTRO CUORE E DITE :VIENI SIGNORE GESU’ VIENI NOSTRO MISTICO SPONSALE, VIENI CON LA MADRE” (Messaggio 24.05.98).Ora è il percorso a guidare il piccolo resto di Maria alla volta di quanto ci proviene da lontano; tra non molto lo Spirito verrà su tutti i membri della piccola comunità perché con la Nuova Alleanza dal più piccolo al più grande conoscerà il Signore. Lo stesso Pietro applica a loro quanto detto dal profeta Gioele specificando differenti tempi d’applicazione alle parole ultimi giorni. “Negli ultimi giorni, dice il Signore, effonderò il mio Spirito su ogni creatura e profeteranno i vostri figli e figlie”(At 2,17).

Nel segno dei 20 anni trascorsi 23 maggio 1992-2012

Chi si arrende non ha capito niente dell Storia
" Non temere figlia mia, Io sono" l'Avvocata di Dio""
I Nomi della SantaVergine a Manduria
A chi è interessato al principale mistero dell’apparizione a Manduria  s’impone una prima osservazione: l’espressione iconografica della figura della Madonna contiene un messaggio che non va solamente interpretato in chiave simbolica. In esso infatti, ci vengono sottoposti  i segreti che raccontano due momenti speciali della vita di Maria con cui Dio riscatta il genere umano: uno con la sua Immacolata Concezione e l’altro con l’incarnazione del divino Verbo nel suo seno.
La Vergine vestita di bianco, l’Immacolata è la figura dell’umanità concepita dalla Madre di Dio, Aurora che sorge prima del Sole, nel segno dell’Incarnazione  conduce all’EUCATESTIA, sole di giustizia alla cui fiamma del suo Cuore ivi nascosto scompare ogni impurità e malattia.
IO SONO LA VERGINE DELL’EUCARESTIA” in questo Nome c’è la  pienezza della fecondità spirituale perché non siamo più nel campo della fecondità naturale di Eva ma in quella dello Spirito: “Sono la Vergine”e con il dogma della Verginità, Dio

III° Il perchè non sono false le apparizioni di Manduria alla luce della Rivelazione di MARIA VALTORTA


34.15 Un Grembo portante l’Ostia
(La visita dei Magi a Gesù-Bambino)

Dice Gesù: «E, giunti davanti ad una povera casa, nella più meschina città di Giuda, essi non crollano il capo dicendo: “Impossibile”, ma curvano la schiena, le ginocchia e specie il cuore, e adorano. Là, dietro quel povero muro è Dio… Egli è là, dietro quel povero muro. Chissà se il Suo Cuore di bambino, che è pur sempre il cuore di un Dio, non sente questi tre cuori che, proni nella polvere della via, squillano:
“Santo, Santo, Santo. Benedetto il Signore Iddio nostro. Gloria a Lui nei Cieli altissimi e pace ai Suoi servi. Gloria, gloria, gloria e benedizione”?
Essi se lo chiedono con tremore di amore. E per tutta la notte e la seguente mattina preparano con la preghiera più viva lo spirito alla comunione con il Dio-Bambino. Non vanno a questo altare, che è un grembo portante l’Ostia divina, come voi vi andate con l’anima piena di sollecitudini umane. Essi dimenticano sonno e cibo e, se prendono le vesti più belle, non è per sfoggio umano ma per fare onore al Re dei re…».
637.6 La Vergine è il Ciborio
Dice Gesù: «Sta’ sicura, Mamma, che Io non Ti lascerò mai. Uscirò dal Tuo Cuore quei pochi istanti necessari alla Consacrazione del Pane e del Vino per tornarvi poi, dopo esserMi staccato da Te a fatica, con un’ansia d’amore pari alla Tua, o Mio Cielo vivo di cui Io sono il Cielo.

"Io chiedo di consacrare questa regione al Mio Cuore Immacolato: troppo sangue scorre per le vie di questa regione..."


Nel ventesimo delle apparizioni... Oggi alla luce degli ultimi fatti ultimi comprendiamo meglio queste parole dette ad una ragazza di soli 19 anni e che abbiamo condannato senza ancora avere capito quale segreto porta nel suo cuore  a cui le hanno intimato di tacere in nome dell'obbedienza alla Chiesa. Sarà un caso?Era il 20 maggio del 1992 e mi recavo a far la spesa, quando ad un tratto sentii una voce che mi chiamava. Mi voltai indietro ben tre volte, ma non c’era traccia di persona se non a 300-400 metri. Udii questa voce che mi diceva:
 “Figlia, guarda gli orizzonti e vedrai che la tua strada non è questa, ma un’altra”
 La sentivo bene, non era immaginazione, era la voce soavissima di un uomo che si faceva sentire all’interno della mia persona; era come se fosse collegata tra il cuore e l’orecchio. Non curante lasciai correre, pensando che si riferisse al ragazzo che mi stava a fianco. Tornai a casa e non raccontai niente a nessuno, se non a quel ragazzo che era con me. E così passò quel giorno tanto strano. 6 Febbraio 1993, ore 19.00 – In parrocchia

 “Cara figlia, oggi il Mio Messaggio è rivolto ai Miei amati figli sacerdoti. Va’ e di’ loro che Satana ormai è entrato nella Mia Casa, procurando in molti indifferenza, sia al loro ministero, sia a ciò che Dio ora più che mai propone loro quotidianamente. Di’ che il Mio posto è sempre accanto a loro, e sono pronta a salvarli da ogni tentazione, perché in ognuno si rappresenta la dolce figura del Mio Gesù nell’atto più silenzioso  per servire umilmente Dio: il ministero sacerdotale.
Io chiedo di consacrare questa regione al Mio Cuore Immacolato: troppo sangue scorre per le vie di questa regione, troppe vite stroncate in nome di una legge selvaggia sorretta dall’odio e dal rancore. In questa regione ora più che mai la Grazia di Dio è presente. Io chiedo e mi rivolgo ai Miei Ministri: che le tradizioni delle processioni, delle fiaccolate, delle veglie di preghiera, non vengano soffocate, anzi in nome dell’amore che nutro per voi, siano riprese, perché la processione sia l’espiazione dei vostri peccati, perché la processione sia la vostra fonte di grazia, unita in modo unanime alla preghiera.
Io sono la Regina della pace e dell’amore e dico alla guerra fredda tra il bene e il male: "Basta, basta, basta!", dico alla “sacra corona unita”: “placate la vostra ira, fermate la vostra mano fratricida, altrimenti non vi sarà riparo e refrigerio per la vostra anima. Figli miei, vi prego: amatevi l’un l’altro. I tempi sono finiti. Pentitevi o l’ira di Dio sarà implacabile. Pregate tutti insieme uniti nel Mio Nome e accoglierete la fine  nella pace dello spirito. Benedico te, figlia, e i tanto amati figli sacerdoti”.
Presto segni dello Spirito Santo traspariranno dai volti della gente convertita al Mio amore.
Sia lodato Gesù Cristo”
Al termine dell’Apparizione il parroco ordina che non mi ripresenti più in chiesa finché “tutta questa pagliacciata” non sia finita.





Ricordando Mons. Paolo MariaHinilica propagatore di Fatima ed estimatore di Manduria

Ricordiamo che Mons. Hinilica è stato confessore di Debora sin dal 2000. Egli ha conosciuto Don Massimo Ungari al tempo in cui l'Opera del Kazachistan era in edificazione, raccomandando fedeltà e forza perchè satana avrebbe fatto di tutto per distruggerla. Da Astanà capitale del Kazachistan attraverso le sue suore della Famiglia di Maria Corredentrice si informava dell'Opera dei Focolari e nel contempo dava consolazione alla povera ragazza che riceva "mazzate" da tutte le parti. A Roma si incontravano anche dopo numerosi viaggi di ritorno da cui Debora usciva provata e in confessione si apriva con questo "padre" che imparava a conoscerla a fondo e andava maturando l'idea di prepararae una conferenza a Berlino portando e presentando Debora come portatrice di un messaggio chiave che la Madonna non ha mai interrotto sin da Fatima. 
Riportiamo quanto scritto nel sito  www.verginedelleucaristia.net. Dai dialoghi con Mons. Paolo Maria Hinilica (amico e confessore della veggente) è emerso che un segreto è legato proprio all’immagine di Maria, apparsa con l’emblema eucaristico e lo stemma di Giovanni Paolo II. Entrambi infatti sono materia del Segno annunciato già in vari luoghi. L’umanità riceverà un Segno meraviglioso che ricorderà il dono del Corpo di Gesù Cristo immolato sulla Croce il Venerdì Santo, ma offerto incruentemente e misticamente il Giovedì, che è culminato nelle ore strazianti delle tenebre....

II° Il perchè non sono false le apparizioni di Manduria alla luce della Rivelazione di MARIA VALTORTA meditiamo l’importanza della Rivelazione di Debora

Kibeho Ruanda

"Io sono la Vergine dell'Eucaristia"
Maria Valtorta riceve la missione il 23 aprile 1943
I quaderni del 45-50 pag. 363

«Mai avrei pensato, sino al 1943, 23 aprile, Venerdì Santo, che il Maestro divino volesse, da Amico divino che mi guidava da decenni, farsi mio Maestro e rivelarmi tanti misteri e fatti; mai avrei pensato di poter capire cose tanto alte mentre il lume del suo Raggio mi faceva capace di capire..»..

.
L’Immagine della Vergine dell’Eucaristia

23.9 Dice Maria SS.: «Io sono l’eterna Portatrice di Gesù. Egli è nel Seno Mio, come tu (Maria Valtorta) Lo hai visto lo scorso anno, come Ostia nell’ostensorio. Chi viene a Me, Lui trova. Chi a Me si appoggia, Lui tocca. Chi a Me si volge, con Lui parla.
Io sono la Sua veste.
Egli è l’anima Mia.
Più, più ancora unito,

I° In questi giorni tratteremo alcune parti della rivelazione a Debora alla luce della Rivelazione di Maria Valtorta. Iniziamo così...Circa le anime dei futuri veggenti e quindi le persone come Debora...
 
Gesù in Maria Valtorta parla della Sua Chiesa futura
e delle Sue future voci

362.2 Dice Gesù: “L’uomo si stanca. Vuole le cose rapide. E sogna le cose stolte. Quando si avvede che altro è il sogno dalla realtà, si turba e, se non è di buona volontà, flette. Non ricorda che l’Onnipotente, che poteva in un attimo fare del caos l’Universo, lo fece con fasi ordinate e separate in spazi di tempo detti giorni.
Io devo dal Caos spirituale di tutto un mondo trarre il Regno di Dio. E lo farò. Io ne costruirò le basi, le sto costruendo, e devo spezzare la roccia durissima per tagliarvi dentro le fondamenta che non crolleranno. Voi (apostoli) alzerete lentamente i muri. I vostri successori continueranno l’opera, in altezza e in larghezza. Come Io morirò nell’opera, così voi morirete, e ce ne saranno altri e altri che moriranno cruentemente o incruentemente, ma consumati da questo lavoro che richiede spirito di immolazione, di generosità, e lacrime, e sangue, e pazienza senza misura...

Mai più giudizi affrettati


La diversità di opinioni circa l'autenticità di asserite rivelazioni genera discordie, che talora si manifestano in disprezzo, processo alle intenzioni, denigrazioni, calunnie.
Occorre una diligente osservazione dei fatti e l'impegno di mantenere un dialogo fiducioso, svolto con «grande pazienza e prudente tolleranza», senza mascherare le divergenze, ma con amore, con rispetto, con garbo. Il dialogo è incontro, è camminare insieme, è rischio. Se non altro, non si interrompa il «dialogo della carità». E con chi è polemico, occorre sì chiarezza, ma
soprattutto carità, evitando di cadere nello stesso stile polemico.
 Le frasi a seguire non possono e non sono patologie di menta isterica...Troppo perfette eprecise per satre in bocca ad una fanciulla fin troppo sprovveduta di realtà socio-politiche che in qualche maniera si incastrano bene a quanto viene descritto e fattoci pervenire a mo di "messaggi extrasensoriali". Leggiamo
Manduria è la tappa fondamentale per chiudere le Mie Apparizioni, per lasciare lo spazio ai grandi avvenimenti che si susseguiranno nel cielo e in terra, perché si attuino “Cieli nuovi e Terra nuova” – Mess. 24/05/1998
“Attraverso Manduria  l’umanità ha ricevuto l’ultimo appello che per secoli è stato motivo del dolore più acuto al Cuore del Tre Volte Santo: non spodestare Colui che Regna nel Tabernacolo.” (Mess. 29/08/2005).

Non servirà a molto ma : qualcuno sempre più dovrebbe mettersi una mano sulla coscienza;sempre che l'abbiano ancora!

Debora a 19 anni estasi  in parrocchia

Svolta nella scienza, chi sente le voci non è malato

Chi "sente le voci" non è necessariamente un soggetto malato. Il nuovo Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali parla chiaro: avere allucinazioni uditive è del tutto normale per gli uomini. Il decano di psicologia clinica italiana, ordinario di psicologia a Padova e autore di numerosi testi sull'argomento Alessandro Salvini commenta con Affari. it: "La psichiatria ha sempre stigmatizzato questi fenomeni, considerandoli sintomo di psicosi. Da oggi invece, con il nuovo Dsm, non sarà più così: le allucinazioni uditive, le cosiddette voci, sono presenti, secondo i dati che la psichiatria accetta e fornisce su un range di popolazione normale che va dall'8 al 15%". INTERVISTA Svolta nella psichiatra dopo le pubblicazioni del noto medico Mario Maj. Chi "sente le voci" non è necessariamente un soggetto malato. Non solo. Avere allucinazioni uditive è del tutto normale per gli uomini. E' scritto nell'ultima revisione del Diagnostic and Statistical Manual of mental disorders («Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali»), noto anche con l'acronimo DSM, uno dei sistemi nosografici per i disturbi mentali più utilizzato da medici, psichiatri e psicologi di tutto il mondo, sia nella clinica che nella ricerca.Così tutti quegli studiosi...


Fabienne Guerriero : "Manduria è un fenomeno autentico!"

ATTENZIONE
In questa occasione ribadiamo che IL TEAM DE LE VOCI FUORI DAL CORO non ha alcuna riconducibilità alle opere relative alla veggente Debora Marasco ed agisce unicamente per libertaria adesione a quella controversia che visibilmente non compare in una vicenda che tocca l'antrolopologico sociale dai toni rilevanti mondiali di tutto rispetto. Aggiungiamo che ove si facesse ricorso alle ns ostensioni di lettura non interpretino faziosamente o le dichiarino come voci ufficiali di persone ed organi di cui non abbiamo appartenenza. Invitiamo pertanto quanti le ritenessero tali ad astenersi perchè entranti in contaddittorio giuridico.

Tutto ciò fa pensare! "La mistica Fabienne Guerriero testimonia che Manduria sia una realtà del'amore e della misericordia di Dio.Lo dice in più occasioni durante incontri e conferenze che la vedono impegnata nel suo apostolato cristiano a favore della fede.Supportata dal suo padre spirituale (prete cattolico) Ella dice di rispettare le "idee personali di un vescovo ,ma la verità resta tale"   insomma l'italia del sud con questa indegna accusa  fa passare  come al solito quello che più fa comodo. Non pochi infatti pensano che quando  voci si levano in negativo e non vi sono alcune di difesa, denotano l'ambientanzione. Ma Benvenuti al sud..purtroppo!
"Manduria è vera"," Manduria è la forza della Riparazione che segna il tempo che viene, il tempo del trionfo di Maria"... " Chi colpisce Manduria colpisce il Risorto"; lo ha già detto nei suoi cd che fanno il giro del mondo e riscuotono grande popolarità nel clero."La battaglia mediatica sulla povera raggazza fa male al cuore ma Gesù la sosterrà fino alla fine. Gesù ama molto Debora!"  quello che scandalizza di lei è il portare con normalità quanto è fuori dal normale.( Anche in questo periodo ha sofferto, ha avuto piaghe nel corpo  e  con tanta umiltà le ha coperte  e si è nascosta come vogliono i tanti ipocriti della nostra generazione).Bene alla fine tutti contenti ma che si sappia...

Pagine di bellezza senza fine




6 Aprile 1998, Lunedì Santo


G. “Scrivi, figlia Mia, per amore del Mio Santo Nome e insieme meditiamo una frase del salmo 52: “Lo stolto pensa: Dio non esiste!” ”
Così molti proseguono nel loro viaggio terreno soffocando in ogni sorta di melma, trascinati dalle loro mollezze e passioni. Poveri questi Miei figli abbandonati alla loro sventura! Oh, quanto soffro per essi!!!
Io, il tuo Mistico Sposo, non potrei nasconderti il Mio dolore. Io ti chiedo ancora una volta: vuoi soffrire con il Tuo Amore non amato

La Lezione più bella !


10 Aprile 1998, Venerdì Santo, ore 19.00


G. “Figlia Mia, Io, il mistico Amore non amato, ti dono la Mia Santa Pace. Io ti canto come un inno queste parole e tu accoglile con il cuore esultante: “Gioisci, amata, nella persecuzione che t’affliggono: essa è la lezione più bella e più veloce che ti offre di salire e sederti accanto al Mio Trono già preparato!”.

Il Maestro rassicura sulla sua Opera


28 Marzo1999, Domenica delle Palme
Nel primissimo pomeriggio ho avuto degli accenni nel cuore in cui sentivo fortemente la presenza del Maestro. Verso sera quando ho potuto ritrovarmi finalmente da sola, Egli mi ha parlato.

G. “Debora Mia, piccola e tenera amanuense, chiunque ti attragga in modo diverso dal Mio non viene per offrirti il bene.
Mentre continuo a dettarti il Mio Inno Eucaristico, Io desidero che il tuo cuore divenga, giorno dopo giorno, altare del Mio riposo.
Non lasciare che ti ingannino allontanandoti dalla Sorgente del Mio Amore Misericordioso! Coloro che sono guidati dallo Spirito di Dio si riconoscono per l’agire rettamente. Chiunque ti induca a flettere il tuo fervore semplice e naturale verso il Mio Santo Nome, agisce per se stesso completamente lontano dal servire la Verità!
Ti dico questo per incoraggiarti e per farti maggiormente desiderare il tesoro che ti ho posto fra le mani con la Sapienza Rivelata.
FIGLIA D’ITALIA, PATRIA DEL MIO VICARIO, INVIA LA TUA ESPERIENZA OFFRENDO TUTTO IL TUO CONSIGLIO CHE RACCHIUDE IL MIO!

auguri di pasqua


PREGHIERA ALLA PIAGA DELLA GUANCIA DESTRA DI GESU’

Così pregano i buoni, i giusti e non gli indemoniati o i pazzi!!!
Dolce Gesù, Signor mio, contemplando il tuo Volto sfigurato dall’odio,mi appare chiara tutta quanta la tribolazione, nella quale gli uomini sono  immersi! 
Oggi Tu mi chiami...

Alcuni lettori ci chiedono : cosa cambia dopo il decreto negativo?

La storia di uno dei santi più importanti del nostro secolo forse ci risponde nel merito con  esaustiva convinzione: alla fine Dio vince sempre! Ora ,del messaggio di Manduria dobbiamo cogliere il frutto mettendolo in pratica nella vita di tutti i giorni e alla fine la Madonna non mancherà di ribaltare certe convinzioni.
Ed ecco i provvedimenti a carico di Padre Pio:
- 2 Giugno 1922 il Sant'Uffizio ordina che " si stia in osservazione " sul Padre, che celebri " summo mane" , che non mostri le " cosidette stimmate ", che interrompa ogni relazione, anche epistolare, con il suo direttore spirEd ecco i provvedimenti a carico del Padre:
- 2 Giugno 1922 il Sant'Uffizio ordina che " si stia in osservazione " sul Padre, che celebri " summo mane" , che non mostri le " cosidette stimmate ", che interrompa ogni relazione, anche epistolare, con il suo direttore spirituale, che si provveda per un "

Ci scrivete e rispondiamo

 Egregio Team, abito nel territorio di Manduria e in questi giorni mi è capito spesso incontrare per la strada  Debora; sinceramente sono rimasta profondamente colpita dalla grande serenità con cui vive. Al suo posto, non nego mi sarei sbarrata in casa, anche perchè oramai con il decreto del Vescovo se ne dicono di tutti i colori. Sono commossa.Un saluto Stefania
Cara Stefania perchè ci stupiamo della serenità delle anime belle elette da Dio ciò testimonia la natura della loro provenineza e il tempo scandirà con maggiore esattezza che a nulla è valso  mettere Debora nel tritacarne mediatico perchè anche nel silenzio resta fiduciosa .Diamo ragione a Stefania perchè chi ha la possibilità di incrociarla (fa una vita estramamente riservata e dedita esclusivamente alla sua famiglia) si convince che proprio "quella sicurezza" porta il segreto di una storia che da ignoranti abbiamo odiato senza comprenderne il valore. Daltronde ha sopportato fin qui con pazienza rimanendo, nonostante tutto, sempre fedele alla sua missione.  
Quale il segreto?
La veggente da subito ha capito che, in quanto portatrice dei messaggi della Riparatrice Santissima, doveva partecipare soffrendo in anima e corpo.Nel corso degli ultimi ventanni della sua vita ha accettato con amore ogni cosa  anche l'estemo dolore della derisione della gente,  di essere messa in ridicolo dai mass-media o peggio ancora enumerata tra i truffatori e i falsari dalla stessa sua Chiesa.

Dove c'è Maria non ci può essere il diavolo sia chiaro!

"Trattato della vera devozione alla Santa Vergine e Il segreto di Maria" di San Luigi M. Grignion da Montfort, indispensabile vademecum di ogni vero devoto mariano del quale riporterò i seguenti brani per comprendere che a Manduria tutto è incentrato sulla persona di Maria e per questo non dobbiamo cedere alla tentazione di pensare il contrario...ma leggiamo e ci sarà di aiuto
"Per mezzo della Santissima Vergine Maria Gesù Cristo è venuto nel mondo; ugualmente per mezzo di lei, egli deve regnare nel mondo".
"Dove c'è Maria non c'è lo Spirito maligno; uno dei segni più infallibili che uno è condotto dallo spirito buono è l'essere molto devoto di Maria Vergine, il pensare spesso a lei, parlarne spesso. Un santo aggiunge che, come la respirazione è un segno certo che il corpo non è morto, così il ricordo frequente e l'amorosa invocazione di Maria è un segno certo che l'anima non è morta per il peccato.

Passione e partecipazione nella carne

In questa sezione offriamo una sinossi della Passione - specialmente della flagellazione del Signore - vista da persone mistiche1 - Alcune mistiche si limitano a descrivere i dolori della Passione del Signore, condividendoli con una sofferenza interiore. Altre sono chiamate ad una patecipazione più intensa, con fenomeni anche visibili come i segni della flagellazione, della coronazione di spine, delle stimmate (S. Veronica Giuliani, Caterina Emmerick, Teresa Neumann, Gemma Galgani, Padre Pio, Alexandrina da Costa).

Brevi appunti di mistica Parte seconda


Brevi appunti di mistica.

Durante tutto il corso di sacra Teo­logia, mentre si trattano diverse materie fondamentali e secondarie, per una com­pleta formazione sacerdotale, non si inse­gna la mistica.A Roma si tiene qualche corso partico­lare, ma sono pochi quelli che lo frequen­tano. Di conseguenza, pur con le debite ec­cezioni, molti sacerdoti sono completamente digiuni di questa materia e questo spiega perché tanti si dimostrino indifferenti o ad­dirittura ostili davanti a certi fenomeni.
- Per salvarsi basta la Rivelazione e il Magistero della Chiesa, dicono. Tutto il resto non è di fede, è pura illusione.
- Amare Dio e il prossimo! Qui c'è tut­to il Cristianesimo; non occorre altro!
- Dio ci liberi dai visionari, gente esal­tata e dalla fantasia malata!
- Non abbiamo tempo da perdere con tutti quelli che hanno visioni a ogni piè so­spinto! -
Frasi come queste se ne sentono un po' dovunque.
La Chiesa, pur affermando che la Rive­lazione è terminata con gli Apostoli, ne met­tendo come articolo di fede quello che Dio si degna manifestare a persone private, non ha tuttavia mai disprezzato i fenomeni mi­stici, anzi li ha sempre sottoposti ad esame (purtroppo non sempre dappertutto).
Anche attualmente si stanno esaminando da parte dei competenti tribunali due figu­re di mistiche, la portoghese Alexandrina e l'italiana Lucia Mangano, morta solo da po­chi anni, i cui fenomeni mistici hanno già riempito parecchi volumi e sulle cui virtù nessuno osa avanzare alcun dubbio.
Pertanto chi si schiera contro la misti­ca, è in errore; dimostra per lo meno di non conoscerla.
P. Giulio.M (per ovvi motivi si omette il Cognome) ci segnala questo estratto che -a suo dire- può ritornare utile e illuminare su una visione più larga rispetto ai giudizio sulle apparizioni di Manduria  che per "cattolico" quanto dir si voglia, resta sempre personale e molto umano specialmente in assenza di contraddittorio.Ptremmo non condividere il contenuto ma per diritto di notizia pubblichiamo per sottoporlo direttamente al vostro giudizio sempre sovrano rispetto a se stessi...
 Carlo Antonio Pilati Riflessioni di un italiano sulla Chiesa
Edizione di riferimento:
Carlo Antonio Pilati Riflessioni di un italiano sulla Chiesa, Torino 1852,
Malagevole e pericolosa impresa si è quella di un Italiano, il quale voglia mettersi a scrivere e ragionare di materie che al diritto canonico ed alla curia ecclesiastica appartengono.

La Vergine dell'Eucaristia in Indonesia: così studiano gli eventi che diventano tema per corsi di studio

Ci scusiamo per la traduzione non buona ma ci siamo avvalsi del traduttore di Google che non sempre associa i termini al contesto in maniera giusta.
On January 5, 2012,  di Oleh: Vania Guntoro

Iniziata la discussione informale breve, Romo Paul mudika ICYO chiedere OFM Lie, un sacerdote che era in visita a persone che vivono WAICC, a guidare la borsa di studio (programma bibbia condivisione / studio ICYO) per l'anno 2012 la seconda sessione di questo.
La discussione diventa più interessante quando si discute il fatto che una ragazza italiana che ottiene regalo stimmate. Manager direttamente anche decidere di modificare l'evento formato bibbia condividerel'evento con andare in un film documentario spirituale, coinvolgendo OM e la zia di WAICC.
Poi, il 3 gennaio 2012, diversi colleghi mudika, om e la zia, abbiamo l'onore di ascoltare una spiegazione direttamente da OFM Romo Lie Paul su una storia di esperienza spirituale che si è verificato in Italia, che si prevede di approfondire la nostra visione cattolica della Vergine Maria, in particolare .
L'evento è iniziato con rinfresco è poi seguita da un film documentario intitolato diputarnya "Le apparizioni di Manduria" , che berkisah di una ragazza di nome Deborah Marasco. Molte lacune e le imperfezioni che sono di proprietà Debora rendendo in tal modo 'accessibili' da Nostra Signora ed è stato scelto da Gesù per diventare dei modelli per gli altri.

Per saperne di più sul contesto dei carismi

1) Le visioni o apparizioni, le locuzioni, si ritrovano nella Bibbia, è dunque di fede che esse esistano e che sono opera dello Spirito Santo. Vedi il discorso di Pietro a Pentecoste dove cita il profeta Gioele (At 2,17s)
Esse sono un fatto importante nell’azione evangelizzatrice della Chiesa: Pietro ha visioni che lo guidano ad aprire il Vangelo ai pagani (At 10,3s); così pure Paolo ha visioni che lo indirizzano nell'evangelizzazione (At 16,9s).
Il Concilio Vaticano nella Lumen Gentium n. 12

Circa i decreti: P. Pio ne fu campione di incassi



Giovanni Paolo II e San Pio da Pietrelcina.
Nel 1948 la posizione di Padre Pio in seno alla Chiesa non era ancora giunta al suo punto critico: Pio XII era un estimatore del «frate con le stigmate» e al suo arrivo sul soglio di Pietro, nel 1939, aveva ordinato al Sant'Uffizio di «lasciare in pace Padre Pio». Il religioso era stato già in contrasto con il Sant'Uffizio: a partire dal maggio 1923, questo aveva emanato cinque decreti contro di lui e altri documenti ufficiali che sconfessavano la «soprannaturalità» dei fenomeni mistici che gli venivano attribuiti, in particolare le stigmate. In quel periodo, quindi, il clero di tutto il mondo sapeva che, ufficialmente, la Chiesa aveva preso le distanze da quel religioso e aveva invitato tutti a non frequentarlo. Ciò malgrado, Wojtyla volle conoscerlo. Ad aprile del 1948,