Translate

La Profezie sui Papi

Si è avverata una profezia che diceva che sarebbe venuto un Papa vincolato a San Benedetto, il grande evangelizzatore dell’Europa, e si avvera pure la profezia della Madonna a Garabandal sui TRE Papi.

Una conversazione molto importante della mamma Aniceta con Conchita è riportata dal D. Albrecht Weber, nel suo libro “Garabandal – Der Zeigefinger Gottes” (“Garabandal – Il Dito di Dio”). Questo titolo fa riferimento al Segno che Dio lascerà della sua Presenza a Garabandal, nei pini e dopo il Miracolo, segno che durerà per sempre fino alla Fine del mondo. Leggiamo una parte del dialogo: Quando nel paese si seppe la notizia della morte di Papa Giovanni XXIII, le piccole campane della chiesa annunciarono il decesso del Papa con un tono funebre. Conchita si recò in chiesa con sua madre Aniceta e con la Sig.ra Ortiz. Parlavano tra loro: –E’ morto il Papa, disse sua madre.

Rispose Conchita: –Ah, il Papa è morto. Allora restano TRE Papi.
Fin qui, nulla di particolare. Tuttavia, ritornate a casa, Aniceta non si sentiva tranquilla e volle conoscere più profondamente i pensieri di sua figlia, che sembrava riservata in presenza della Sig.ra Ortiz.
A casa, da sole, temendo un possibile sbaglio di sua figlia, la madre la interroga: –Da dove sai tu che soltanto restano TRE Papi?
Conchita risponde: –Dalla Santissima Vergine. In realtà mi disse che ancora sarebbero venuti QUATTRO Papi, ma Lei no teneva in conto uno di essi.
Dice Aniceta: –Ma allora, perché non tenere in conto UNO?
Risponde Conchita: –Lei non lo ha detto, soltanto mi disse che UNO non lo teneva in conto. Tuttavia mi disse che avrebbe governato la Chiesa per breve tempo.
Alla domanda: –Forse per questo non lo considera?
Conchita dice: –Non lo so.
E sua madre: –E poi che succede? –Lei non lo ha detto.

Maria e la sua santità


Uno dei motivi per cui la Beata Vergine Maria merita tutto il nostro affetto e la nostra fervente devozione è l'uso che essa ha fatto della propria libertà durante il suo pellegrinaggio terreno. Pur trovandosi nella condizione privilegiata di purezza originale, come si trovavano i progenitori all'inizio della storia umana, non commise il loro stesso tragico errore: non commise cioè peccato alcuno; ne mortale, né veniale, fu immacolata nel corpo e nello spirito per tutto il tempo della sua vita. Per comprendere la grandezza di Maria ricordiamo bene questi fatti: l'uomo per definizione è un essere libero ed è libero di fronte al bene e al male. Non si può dire lo stesso per nessun altra creatura sulla faccia della terra, né animata, né inanimata. Eva era libera di perseguire la bontà o di scegliere l'errore. Disgraziatamente scelse quest'ultimo e provocò la rovina del genere umano.

Maria Santissima ha riparato in modo mirabile al peccato di Eva, riscattando di fatto il genere femminile, perché pur potendo peccare non peccò mai, neanche col pensiero. Fu tentata da satana come fu tentata Eva e questo per tutto il tempo della sua vita terrena ma al contrario di Eva, che a un certo punto decise di ascoltare il serpente e di fare ciò che le aveva consigliato, Maria rispose sempre con un NO fermo e deciso a ogni ingannevole seduzione del maligno. "Santità e questo: amare cio' che Dio ama e odiare ciò che Dio odia" (Santa Caterina Da Siena). Per questo e la creatura più grande di tutte quelle che sono esistite e che mai esisteranno: non tanto per il privilegio della sua nascita esente da colpa di origine, dono di Dio, frutto della redenzione di Cristo applicata a Lei in modo preventivo, ma perché ha sempre scelto liberamente di dire sì a Dio e no a satana. Pur potendo peccare, non peccò mai. Che la Madonna ci ottenga la grazia di poterci sentire dire un giorno anche a noi queste sublimi parole, magari dal Signore stesso, quando per questo motivo ci accoglierà nel suo regno.
  Cari amici del Team ecco quanto scrive Martine Grondard sul nostro sito:www. giovanirpomanduria.org  perchè sia fatto sapere in Italia. anamartin@aliceadsl.fr La signora è disponibile per risponderne direttamente...Ma leggete perchè ciò lo si sapeva da diversi anni in Francia ma forse è questione di sola buona volontà

Ha detto: (El Segnor a detto) :
"Garabandal è lo spazio che ho preso per la formazione degli uomini. Dozulé è lo spazio che ho preso per i Sali, Manduria è lo spazio che ho dato per la Vita "...
Sali sono gli interni della evoluzione umana verso Dio e verso il Cielo. La Vita con una V maiuscola è la Vita che è rappresentata da Maria.
34.15 Un Grembo portante l’Ostia
(La visita dei Magi a Gesù-Bambino)

Dice Gesù: «E, giunti davanti ad una povera casa, nella più meschina città di Giuda, essi non crollano il capo dicendo: “Impossibile”, ma curvano la schiena, le ginocchia e specie il cuore, e adorano. Là, dietro quel povero muro è Dio… Egli è là, dietro quel povero muro. Chissà se il Suo Cuore di bambino, che è pur sempre il cuore di un Dio, non sente questi tre cuori che, proni nella polvere della via, squillano:
“Santo, Santo, Santo. Benedetto il Signore Iddio nostro. Gloria a Lui nei Cieli altissimi e pace ai Suoi servi. Gloria, gloria, gloria e benedizione”?
Essi se lo chiedono con tremore di amore. E per tutta la notte e la seguente mattina preparano con la preghiera più viva lo spirito alla comunione con il Dio-Bambino. Non vanno a questo altare, che è un grembo portante l’Ostia divina, come voi vi andate con l’anima piena di sollecitudini umane. Essi dimenticano sonno e cibo e, se prendono le vesti più belle, non è per sfoggio umano ma per fare onore al Re dei re…».
637.6 La Vergine è il Ciborio
Dice Gesù: «Sta’ sicura, Mamma, che Io non Ti lascerò mai. Uscirò dal Tuo Cuore quei pochi istanti necessari alla Consacrazione del Pane e del Vino per tornarvi poi, dopo esserMi staccato da Te a fatica, con un’ansia d’amore pari alla Tua, o Mio Cielo vivo di cui Io sono il Cielo.